LA MIA STORIA

GLI INIZI
Sono nata in Toscana, nelle colline del Chianti in provincia di Firenze. Fin da bambina il mio sogno è sempre stato diventare una liutaia. Alle elementari quando mi chiedevano cosa avrei voluto fare da grande rispondevo “la liutaia” ed il più delle volte il mio interlocutore non sapeva neanche a cosa mi stessi riferendo.

DA MUSICISTA
Ho studiato violoncello e musica d’insieme per diversi anni e tutt’oggi continuo a coltivare questa passione. Suonare uno strumento ad arco è estremamente importante per poter comprendere pienamente le esigenze dei musicisti e per trovare insieme a loro il timbro con il quale possano esprimersi nella loro interezza e unicità.

LA MIA FORMAZIONE
Mi sono iscritta alla Scuola Internazionale di Liuteria a Cremona dopo aver concluso il mio percorso di studi presso il Liceo Scientifico Rodolico a Firenze. Nella scuola sono stata seguita dai maestri Riccarda Dacquati, Luca Baratto, Alessandro Commendulli e Massimo Negroni. Inoltre mi sono specializzata esternamente alla scuola sotto la guida dei Maestri Davide Sora, Luca Salvadori e Paolo Sorgentone e facendo stage all’estero con Frédéric Becker a Montpellier (stage di montatura) e Roberto Masini a Nizza (stage di costruzione).

AMORIM FINE VIOLINS
Subito dopo aver conseguito il diploma di liuteria sono stata assunta nella bottega Amorim Fine Violins dove ho l’opportunità di perfezionare sempre più la tecnica della costruzione e di entrare quotidianamente in contatto con musicisti di fama mondiale.

PREMI
Nel 2021 ho vinto il terzo premio sezione “professionisti violino moderno” al concorso ANLAI tenuto a Pisogne (Brescia).

LA MIA IDEA

TRADIZIONE CREMONESE
Nella costruzione prendo ispirazione dai grandi maestri del passato, in particolar modo da Stradivari e Amati. Durante la realizzazione dei miei strumenti oltre a seguire il loro stile rispetto anche il loro metodo costruttivo. Nel mio lavoro la tradizione cremonese è infatti ben riconoscile da molti aspetti come, tra altri, la scelta del legno, il tipo di vernice, l’utilizzo della forma interna e il timbro del suono.

 

INTERAMENTE FATTI A MANO
I miei strumenti sono realizzati interamente da me e senza l’aiuto di nessun macchinario. Seguire personalmente ogni fase della costruzione garantisce completo controllo sullo sviluppo dello strumento e quindi un’alta qualità. L’assenza di macchinari inoltre permette di entrare in intimo contatto con la materia che stai lavorando e di plasmare il legno secondo l’unica volontà della tua mano. Può emergere così la personalità del costruttore in tutta la sua interezza e la si può notare quindi in ogni piccolo dettaglio.

Violin soundbox by Emma Draghi Poggi

RICERCA DEL SUONO
La ricerca del suono credo sia una crescita senza fine. Il mio obbiettivo è creare uno strumento che possa soddisfare appieno tutte le esigenze di un solista. Da musicista capisco quante e diverse caratteristiche debba avere un buono strumento e il mio intento è raccogliere e dare voce a tutte queste. Un bel timbro e la potenza sono sicuramente qualità indispensabili insieme alla proiezione, l’equilibrio tra le corde, la comodità del musicista e molte altre.

VERNICE
Utilizzo vernice che non acquisto ma che produco personalmente. La vernice in molti suoi aspetti influenza il suono dello strumento, per questo pongo molta cura nella selezione delle sostanze che utilizzo. Anche durante la preparazione del legno, scelgo di applicare trattamenti che esaltino le caratteristiche acustiche dello strumento, evitando quelle che potrebbero chiuderne il suono. La vernice ha inoltre una indubbia importanza estetica, deve infatti far risaltare il legno nelle sue caratteristiche più belle.

ATELIER - DETTAGLI

STRUMENTI PREMIATI

CONCORSO ANLAI 2021
3° premio violino
sezione professionisti

 

 

Clicca sulle foto per vedere più dettagli

ARTICOLI e INTERVISTE

CONTATTI

Cremona – Italy

+39 342 1496389